News

Invito a raccontare le esperienze per non dimenticare

Cari colleghi infermieri, 

carissimi amici in queste ore così impegnati, e immaginiamo provati dallo stress, professionale e personale, di un’emergenza che non ha precedenti nella vita di noi tutti.

Vi scriviamo perchè vorremmo raccogliere le vostre storie. Il racconto, dalla trincea di queste settimane, di una guerra che i vostri occhi vedono ogni giorno, e che agli altri cittadini arriva “di seconda mano”, spesso di rimbalzo, distillata e amplificata dai media ma non sempre capace di esprimere le emozioni, la consapevolezza, la fatica, la paura, il dolore, l’amore e la passione che si stanno consumando nelle corsie degli ospedali, nelle case di riposo fra gli anziani della nostra società, e nelle case degli italiani che per età o disagio hanno bisogno quotidianamente di noi.

Per questo vi chiediamo di diventare i nostri occhi, e farci avere – entro 2mila caratteri, spazi inclusi  – il racconto delle vostre giornate: anche solo un episodio, una scena che vi ha colpito, un incontro, una o più persone assistite in questo periodo, o l’atmosfera di queste giornate con i vostri colleghi, in una cordata che dev’essere sempre più solidale, proprio come se tutti insieme stessimo tentando di scalare la montagna più alta del mondo.

Alcune storie potranno trovare spazio sulle pagine del quotidiano Il Piccolo, sulla base di accordi presi. Altre saranno veicolate attraverso sito e newsletter dedicate, e probabilmente tutte verranno riunite in una pubblicazione attualmente in fase di studio, che vorremmo predisporre appena la situazione sarà tornata alla normalità.

Vi ringraziamo dell’attenzione e ci stringiamo a voi in un forte abbraccio,

OPI Trieste

Il presidente, Flavio Paoletti